sabato 26 aprile 2014

Una fotografia di te - 4 -


- Capitolo 4 -                                                                                                - capitolo 3 -

Mentre Stef stava camminando sulla banchina di legno, il suo stato d'animo era decisamente strano

 
Appena arrivata allo studio di Josh quel giovedì mattina, una ragazza del personale la salutò.
Ovunque, sulle pareti, uno sfondo blu e grigio che si rifletteva molte volte grazie ad enormi specchi

 L'ambiente era caldo ed elegante, ma tutto con un tipico disordine da ufficio maschile

Josh: E 'bello averti qui "Occhi grandi"

Stef: Nessun problema ... in realtà non avevo niente di emozionante previsto per oggi
(Come sempre Josh aveva un aspetto magnifico)

Stef: Quindi sei un fotografo ... ho avuto una curiosità pazzesca riguardo il tuo lavoro

Josh: Beh ... invece la mia curiosità riguardava il tuo sapore

Josh: Abbiamo un problema "Occhi grandi" ... io ti voglio
(Il cuore di Stef perse un battito per le sue parole)

Stef: Mi viene da ridere adesso ... forse per te è normale, forse la maggior parte delle donne sono attratte da voi, ma veramente ... trovo il tuo approccio alquanto banale

Josh: Girati Stef ... perché sei qui allora? Posso immaginare una vena selvaggia in te e posso, allo stesso tempo, vederla nel tuo sorriso

Stef: Uhm ... allora forse si può leggere nel mio sorriso che io non sono in vena per voi Signor Cooper ... mi dispiace!

Josh: Vedremo "Occhi grandi" ... vedremo! Andiamo fuori a pranzo adesso

Stef: Ma che ti passa per la mente?
Josh: sto morendo di fame ... così il mio unico pensiero è il cibo

 Josh: Hai delle preferenze particolari? Per te va bene un menù piccante?

e senza nemmeno aspettare una risposta, la mano di Josh scese lungo la sua schiena mentre insieme di dirigevano verso la porta.

mercoledì 23 aprile 2014

Una fotografia di te - 3 -


- Capitolo 3 -                                                                                                - capitolo 2-

"Questo vestito rosso ti si addice di più"
La voce era profonda ma familiare.

Ancora una volta il Signor Pericoloso, lui sembrava più giovane di quanto avesse pensato in un primo momento, forse aveva circa trent'anni ma la sua presenza era solida come un albero secolare

Josh: Sei da sola?
Stef: No, sono con i miei amici.
Stef era irritata con se stessa per sentirsi così imbarazzata, mentre lui mostrava un completo autocontrollo.

Josh: Lo stesso, per favore!  (parlando con il barman)
Stef: Non so chi sei, non conosco nemmeno il tuo nome.
Josh: Sono Josh e mi piacerebbe davvero continuare a parlare con te dopo il mio drink, ma i miei amici mi aspettano

Improvvisamente Josh si avvicinò a Stef e infilò le dita tra i suoi capelli, dove l'estremità delle punte toccavano il collo.
Josh: Il tuo orecchino ... lo stai perdendo ... è sempre un piacere incontrarti ... qual è il tuo nome?

La pancia di Stef aleggiò quando il Signor Pericoloso sfiorò la sua pelle
Stef: Stef

Josh: Sembri così dannatamente sexy ... Mi piace il tuo modo di essere. Vieni qui spesso?

Stef: Non proprio, sto solo bruciando la tensione dopo una giornata stressante

Josh: Devo andare adesso ... ma sarò qui anche domani

Josh. Questo è il numero del mio studio, dovresti venire a trovarmi perché spero davvero di vederti.
Allungò la mano e sorrise di nuovo

Dovrebbe essere illegale per un uomo sorridere in quel modo, attraversando il fiume dell'anima
e mentre lo vedeva allontanarsi Stef pensava solo che aveva bisogno di stare lontano da lui ... o forse no!

Maddi Jane - Secrets (OneRepublic)

- capitolo 4 -

giovedì 17 aprile 2014

Una fotografia di te - 2 -



- Capitolo 2 -                                                                                                - capitolo 1 -


La casa era stranamente silenziosa quando Stef rientrò

Stef: Hei Des mia cara .... a che ora la nostra cena sarà pronta?
Deeeesssss ... Ho il tempo per una doccia prima?

C'era una bottiglia aperta sul tavolino e due calici, uno dei quali  riempito solo a metà

 e Des stava canticchiando sotto la doccia

Des: Ciao Stef!
(Lei aveva un leggero sorriso, mentre la salutò)

Des: Allora racconta, cosa è successo dopo che lui si è fermato?
Stef: Niente ... l'ho semplicemente lasciato andare

Des: Davvero? Oh Stef ... avresti potuto flirtare un po 'con lui, hai visto quanto sexy era il suo sorriso?

Stef: Non era il tipo di ragazzo con cui si può avere un flirt,
il suo volto sembrava quello di un classico cattivo ragazzo ... forse può essere divertente, ma è necessario non avvicinarsi troppo a persone come lui.

Des: Certe volte devo sorridere alle tue parole, Stef un innocente flirt di tanto in tanto, non può che essere una buona cosa

Stef: Il suo sorriso era molto più di un semplice invito innocuo ... e la mia vita è già un caos senza Mr.Pericoloso

Moni: Mr. Pericoloso? Ho forse perso qualcosa?

Moni: Stai rompendo tutte le regole mia cara.
Stef: Forse sì ... ma a volte le regole sono fatte per essere infrante, possiamo parlare di lui più tardi, ma ora andiamo. Ho bisogno di bere!

- capitolo 3 -

lunedì 14 aprile 2014

Una fotografia di te - 1 -



Prima di iniziare è necessario per me ringraziare alcune persone:
- tutti coloro che realizzano le pose in The Sims 3 perchè rendono il mio tempo più divertente;
- tutti i miei amici che hanno accettato di collaborare, tramite i loro sim, alla mia piccola storia;
- la persona che ho accanto nella mia vita che, ogni giorno, illumina il mio sorriso e sostiene le mie scelte.


- Capitolo 1 -


Des: Stef, noi dovremmo essere in un bar adesso e pensare solo a divertirci ...la corsa ci renderà solo più stanche.
Stef: Sono sicuro che bere prima di cena è una cattiva idea

Des: Oh Stef ... andiamo già in palestra ... perché quindi anche aggiungere una corsa?

Des: Cosa succede se finisco la corsa in ultima posizione?
Stef: Non ti preoccupare lumaca ... dovrai solo cucinare per molte sere di seguito

Quando Stef guardò indietro per vedere dove Des fosse finita, vide una luce

Des: Ciaaaaao Stef ... ci vediamo a casa!!!

Il viso di Stef si riempì con un sorriso mentre Des si allontanava con la moto
Ah, amica mia! Pensò, sentendosi di nuovo felice

Uomo: Hai per caso bisogno di un passaggio?
Stef: Oh no grazie, mi piace fare jogging
(rispose esclusivamente d'istinto)

ma poi wow ... semplicemente ... WOW!!!
Poteva solo guardarlo, stordita circa l'uomo fermo di fronte a lei

Intensi occhi azzurri lo rendevano selvaggiamente stupendo e capelli d'oro incorniciavano un viso mozzafiato. Non era solo bello ... lui era palesemente coinvolgente.

Uomo: Sei sicura? Ok ... come vuoi tu
(e si allontanava nel buio)

Stef aveva passato solo due minuti della sua vita con il Sig.Pericoloso ma si sentiva riempita da una inspiegabile voglia di chiamarlo per farlo tornare indietro

Ok Stef ... è abbastanza ... è meglio tornare. Pensò mentre riprendeva il cammino verso casa.

- capitolo 2 -